Maglio Digep 6000 Kgm

CODICE INTERNO / INTERNAL CODE: GIT32

Descrizione

Maglio Digep 6000 Kgm

MODELLO
MODEL
EK6
CAPACITÀ
CAPACITY
6.000 kgm
CORSA
STROKE
900 mm
NR. MAX DI COLPI MAX
NR. OF STROKES
80 n°/min
NR. MINIMO DI COLPI MINIMUM
NR. OF STROKES
14 n°/min
LUNGHEZZA MAX DELLO STAMPO
DIE MAXIMUM LENGHT
1.200 mm
PESO TOTALE
TOTAL WEIGHT
30.000 Kg

Il maglio

Fu una grande scoperta quella di forgiare il metallo per aumentarne le caratteristiche meccaniche, ma in principio era l’uomo a “battere il ferro caldo” con un martello su di un’incudine. Poi, grazie all’ingegno umano, nacque il primo maglio: una mazza battente azionata da una girante mossa dall’acqua del torrente; in questo caso era solo la forza di gravità a generare la potenza di battuta, ma grazie alla capacità di sollevare un peso maggiore, la “mazza” era più pesante del “martello” e l’altezza di caduta sempre maggiore; si iniziò così a parlare di potenza.
Successivamente, con l’avvento della rivoluzione industriale, si pensò ad utilizzare il vapore in pressione per azionare un cilindro pneumatico che accelerasse la mazza, rendendo il maglio più potente.

Il passo successivo fu di utilizzare l’aria compressa per azionare il cilindro pneumatico, rendendo il funzionamento del maglio più regolare e con meno problemi di manutenzione. Ovviamente, con il crescere delle prestazioni dei componenti pneumatici, anche la potenza del maglio aumentò notevolmente.
L’ultima evoluzione è stata l’introduzione di sistemi oleodinamici per l’azionamento ancora più veloce della mazza: grazie ad un cilindro oleodinamico molto più compatto ed all’utilizzo di centraline elettroniche, le prestazioni del maglio sono arrivate al loro massimo.

Nota tecnica: l’energia del maglio si ottiene moltiplicando la metà del peso della mazza per la velocità di battuta al quadrato (E = 1/2 x Pm x Vm2); ciò spiega appieno perché si è sempre cercato di aumentare la velocità di battuta invece di aumentare il peso della mazza.

Nonostante al giorno d’oggi siano disponibili molti tipi di presse per la forgiatura, l’utilizzo del maglio è ancora molto diffuso grazie alla sua estrema semplicità di utilizzo, grande versatilità ed affidabilità meccanica.

Contatti:

Il Maglio Digep 6000 Kgm è disponibile presso la nostra officina.

In questa pagina potete trovare i dettagli tecnici non esitate a contattarci all’email info@silinipress.com

o a seguirci su Instagram.

La forgiatura

La forgiatura è il semplice “battere il ferro caldo” con un martello su di un’incudine. La prima macchina inventata per aiutare l’uomo ad eseguire questo lavoro è stata il maglio, potete vederne alcuni a queste pagine:

Magli a contraccolpoMagli a doppio effetto e Magli pneumatici.

Titolo

Torna in cima